lunedì 8 febbraio 2010

m'illumino di meno 2010


Sono già due anni che ne parliamo, ma non possiamo perdere questa nuova occasione. Si tratta di 'M'illumino di meno', la manifestazione organizzata e promossa da Radio 2 e dal programma Caterpillar di Cirri e Solibello. L'appuntamento ogni anno si pone l'obiettivo di parlare di risparmio energetico, energia pulita, fonti sostenibili e rinnovabili, decrescita felice e tanti altri argomenti importantissimi e fondamentali per noi, i nostri cari, la natura, il nostro futuro e quello dei nostri nipoti. 
Dopo anni passati a parlare di risparmio (ad esempio con le lampadine a basso consumo), adesso è il momento di rinnovarsi e fare un passo avanti pensando alla produzione di energia pulita attraverso i tanti modi che già esistono ed altri che sono in via di sperimentazione. Ascoltate tutti i giorni Caterpillar su Radio2 dalle 18.00 alle 19.30 e soprattutto visitate il sito e partecipate a 'M'illumino di meno' informandovi e impegnandovi ogni giorno sul fronte del risparmio energetico.
Ogni piccola goccia arriva a formare un grande mare!

13 commenti:

Annarita ha detto...

Ciao oggi ho scoperto questo

http://www.unimondo.org/Notizie/M-illumino-di-meno-tutti-sul-carrozzone-sponsorizzato-ENI

per me giornata risparmio energetico senza di loro, fa lo stesso, no?

Marta ha detto...

Ma pensa te che malefici.. ma tanto noi non abbiamo sponsor! ;-))

raffaele ha detto...

Grazie della segnalazione Annarita, ho letto il pezzo con interesse, ma ad onor del vero già conoscevo la sponsorizzazione di Eni.
E' un discorso un po' lungo per il momento, ma accanto alle mille nefandezze che può fare una multinazionale petrolifera, c'è anche da dire che al momento è uno degli enti che sta spendendo di più nella ricerca di energie alternative. Potrebbe essere solo facciata o solo fumo negli occhi, ma potrebbe portare a qualche ottimo risultato... Intanto quest'anno non si spengono solo le luci, ma si accendono anche delle nuove idee...

Annarita ha detto...

Ah si, su questo sono daccordo anche io che anche se fosse una cosa di facciata il risparmio energetico non può che darci beneficio, ma questa scelta di accettare questa sponsorizzazione è troppo!
E poi non sono mai riuscita a comprendere come fa un'azienda (come altre) che produce energia a favorire il risparmio energetico? si da la zappa sui piedi, lavora contro di se, non è che ha già trovato il modo di prendere i guadagni da qualche altra parte? ;)

Inoltre mettiamola così: è un semplice boicottaggio: l'Eni è quella della centrale di taranto, una delle città più inquinate d'Europa, sede di lotte per problemi di salute ed inquinamento ambientale da anni, è quella dei disastri in Ecuador e Nigeria, mi sembra un pò troppo per passarci sopra, loro passano sopra a tutti! sono le stesse persone...

raffaele ha detto...

Su Taranto, Nigeria etc. hai ragione. Ma se in qualche modo l'Eni porta avanti qualche buon discorso, non smetto di criticare e di informarmi ma accetto il suo contributo buono. E sull'energia penso che sia il momento di portare avanti innovazioni e non solamente risparmio e per questo ci vuole molta molta ricerca e qualche mente illuminata!
Intanto, Caterpillar o no, Eni o no, io spengo le luci e mi informo sui pannelli solari! :)

Chiara ha detto...

ciao!
hai trovato due uova fresche? :)
grazie per la visita!!
bellissimo il tuo blog, meraviglioso il nascondiglio di Bacco!!!!
a presto e
illuminiamoci di meno!!!!!

raffaele ha detto...

Ancora non ho trovato le uova, ma in compenso oggi ho trovato un produttore di farina e caffè d'orzo bio che non sono niente male! Per il dolce ti farò sapere, grazie per la visita!!

Chiara ha detto...

caffè d'orzo bio!!! adoro il caffè d'orzo, da quando qualche anno fa l'ho assaggiato durante il presepe vivente di Morrovalle, una vecchina tostava l'orzo con un antico strumento e offriva calde tazze di caffè
e la farina bio!! da qualche settimana la compro e il sapore del pane, focacce, è totalmente diverso, molto più buono!
ora nn mi resta che scoprire il tuo produttore!!!
ciao!!

Annarita ha detto...

Bravo, penso che il non spreco è la forma di energia alternativa che abbiamo tutti a portata di mano, poi chi può passa ad altro..un giorno spero anche io di avere una casa tutta mia e passare al solare o eolico, o qualcos'altro per produrre energia da sola!..mah..e se non sarà..posso solo continuare col risparmio..

raffaele ha detto...

@ Chiara: il produttore è di Smerillo, un paese molto carino vicino Montefalcone Appennino. Produce poche quantità (per il momento) di orzo bio in versione normale e aromatizzato all'anice. Tutto macinato a pietra. Il nome è Fattoria Vallesi. Se ti interessa un contatto, mandami una mail e ti mando tutti i dati.
@ Annarita: il risparmio è già tantissimo, soprattutto se diventa l'idea condivisa da tutti. Poi il riutilizzo, il risparmio (più del riciclo) e il baratto sono idee che da molto mi girano per la testa e sto cercando di portarle avanti... magari anche con un post appena ho le idee chiare. Accetto TUTTI i suggerimenti!

Chiara ha detto...

Smerillo!! bellissimo borgo!! lo conosco grazie alla sua meravigliosa imperdibile castagnata!!!
grazie mille per le indicazioni e la disponibilità! sei gentilissimo!!

raffaele ha detto...

Ahhh! Indimenticabile castagnata! E' sempre un piacere indicare qualche buon produttore. Se lo provi, fammi sapere!

Marta ha detto...

Ma esiste davvero allora la castagnata di Smerillo?? Come in "300 castagne"???

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...